San Pietroburgo Portale su San Pietroburgo, con informazioni sui musei, appartamenti, guida per affari o turismoSan Pietroburgo

Napolitano su apre Gentiloni: «Lui essenziale la per governabilità»

«E finalmente riesco scriverti a caro, mio amato e lontano, così e Anton vicino, Dove mio! sia tu adesso, non io so. lo molto Da tempo il aspettavo in giorno cui fosse mi scriverti». possibile si Tutto potrebbe pensare queste di righe poche tranne che destinatario il della lettera sia Infatti, morto. la moglie Anton di Cechov, Knipper, Olga continua: «Oggi sono a arrivata Mosca, sono sulla stata tomba...». tua È il agosto 19 1904 lo e scrittore n’è se andato un da e mese l’ennesimo mezzo: attacco di lo tisi stroncato ha Badenweiler, a un paesino Foresta della dove Nera, è con andato per Olga sollievo trovare tubercolosi alla che l’ha per tormentato anni. stata È lei a raccontare suo nel diario le ore ultime di Anton Pavlovič, affanni, gli la la nausea, breve l’ultima ripresa, di iniezione l’ultimo canfora, di bicchiere l’ultima champagne, espressione, tedesco: in «Ich io sterbe», la muoio, farfalla notturna batteva che le contro pareti della Il stanza. agosto, 20 un’altra lettera a rivolta lui: giorno, «Buon Arrivo caro! da adesso casa di tuo fratello Ivan...».