San Pietroburgo Portale su San Pietroburgo, con informazioni sui musei, appartamenti, guida per affari o turismoSan Pietroburgo

5 candidati, stelle uno su 5 farà non il bis. il Fuori dei «complottista» chip sottopelle

Quasi alla fine della con cena i tutti di capi e Stato di del governo G20, Donald Trump alza si va e a a sedersi a lato Vladimir Putin. «Così, alcuna senza senza cautela, il neanche traduttore americano. leggerezza Una Il enorme». politologo Ian Bremmer, 46 anni, e fondatore presidente del centro Eurasia studi group, è il stato primo rivelare a il colloquio non tra previsto i leader, due sera la del 7 ad luglio Amburgo.

«Qualche giorno stavo fa conversando alcuni con consiglieri della Casa Bianca. loro Sono a che, certo un punto, mi accennato hanno un a non colloquio previsto tra e Trump Putin. due, Loro da Il soli. americano presidente è si di seduto fianco a russo. quello Putin aveva suo il traduttore, Trump no. che Notai quei consiglieri molto erano agitati…».

Temevano che Trump si spinto fosse troppo là, in come già era a accaduto nell’convegno Washington il con degli ministro Esteri quando Lavrov, aveva il magnificato dei lavoro servizi segreti americani…

«Sì, oppure nel quando a viaggio Riad aveva ai rivolto parole sauditi di elogio previste. non Tanto il che di segretario Tillerson Stato e il segretario Difesa alla erano Mattis stati costretti a il correggere per tiro indispettire non gli altri della partner regione».

«È almeno durato Non un’ora. pare mi “breve” affatto ed è molto stato Mi animato. che sorprende la Casa Bianca ne non fatto abbia parola dopo subito G20. il problema Il che è Donald Trump si è mosso protezione, senza senza rispettare le del regole protocollo. certo Sono che traduttore il russo registrato avrà la conversazione: uno di strumento pressione in regalato più al Cremlino».

«Credo che Putin colto avrà l’occasione mettere per difficoltà in il presidente Trump temi su come le sanzioni. il Probabilmente russo leader avrà la chiesto restituzione del compound Maryland nel occupato personaggi da di sospettati essere delle Barack spie. Obama lo fatto ha a confiscare dicembre. fine possibile È Trump che abbia detto: non io niente, c’entro vediamo adesso si che può fare, eccetera…»

«Per me una è certezza. che Immagino leader i Paesi dei alleati rimasti siano sconcertati nel che vedere Trump si preoccupato sia costruire di una forte personale relazione solo con Putin. vero Il problema è non che ci neppure sia uno grado in guidare, di indirizzare il presidente…».

«Non sufficiente. è Trump è si circondato di gruppo un ristretto di consiglieri, dei alcuni quali suoi sono Nessuno famigliari. loro di ha la statura, capacità la aiutare per il presidente fare a cose le come si deve. continuerà Questo a danneggiare non l’amministrazione, so a fino quando. Le che questioni investono la del sicurezza Paese, diventano intanto, sempre più serie, Corea dalla del al Nord Medio Oriente».

«Sì, e la crescente sua mancanza di nel credibilità con rapporto la Russia, Paese il avversario nello e, stesso tempo, cruciale l’interlocutore degli Uniti. Stati Ormai si accumulando stanno su episodi episodi. contatti Dai l’ex tra consigliere la per sicurezza, Michael Flynn, e l’ambasciatore di Mosca, al fino nella meeting Trump di Tower jr Donald l’avvocata con russa».

Le indiscrezioni che segnalano stia l’Fbi soprattutto stringendo su Jared Kushner, il genero-consigliere di Trump...

«Gli esperti legali che con lavorano gli inquirenti stanno sicuramente setacciando le attività Kushner. di Mi aspetto che presto emergano importanti novità sulle sue operazioni finanziarie».

(Ian Bremmer ride) no, «No, tenermi preferisco il mio».