📁
San Pietroburgo Portale su San Pietroburgo, con informazioni sui musei, appartamenti, guida per affari o turismoSan Pietroburgo
Da visitare > Musei

Museo - Parco Nazionale Gatchina

La storia del Palazzo e del parco di Gatchina risale all’anno 1765, quando Caterina II regalo’ Gatchina al conte Orlov Grigory, il quale l’aveva aiutata a salire al trono. Dall’aspetto d’un castello medievale inglese, rivestito di pietra calcarea locale, il Palazzo di Gatchina fu costruito nel periodo compreso fra gli anni 1766 - 1781 dall’architetto Antonio Rinaldi. Durante lo stesso tempo furono iniziate anche le opere di sistemazione del primo parco paesaggistico in Russia “nello stile inglese”. Negli anni 1790 l’aspetto del palazzo fu parzialmente cambiato sotto la direzione dell’architetto Vincenzo Brenna. Nel XIX secolo il palazzo fu ricostruito ancora una volta dall’architetto R. Kuzmin. Proprio allora , nel 1851, davanti al palazzo fu eretta la statua di Paolo I in bronzo eseguita sul modello dello scultore I. Vitali. Fino la meta’ del XX secolo il palazzo conservo’ il suo aspetto e gli interni senza cambiamenti.

Il palazzo di Gatchina assunse il ruolo di residenza d’estate imperiale a cominciare dal 1783, quando passo’ di proprieta’ al futuro imperatore Paolo I e fino al 1917. Gli interni di V. Brenna (la sua ultima opera in Russia), finissimi oggetti del XVIII - XIX secoli favorirono nel 1918 l’apertura al pubblico delle sale del XVIII secolo, nonche’ l’apertuta dal museo degli interni del XIX secolo. Il Palazzo di Gatchina fu famoso per le sue raccolte di pittura, scultura ed arte applicata. Di gran valore fu anche la collezione del ritratto storico russo. Negli anni 1920 molte opere d’arte furono sequestrati dalla Fondazione pubblica del museo, la cui funzione consisteva nella ridistribuzione dei valori artistici. Alcune opere furono perse e quasi tutti gli interni furono distrutti negli anni della guerra, quando Gatchina era occupata dall’esercito tedesco. Nel 1975 fu riaperto al pubblico dopo un meticoloso e attento restauro del padiglione “Casetta di betulla”. Il grande palazzo di Paolo I fu riaperto come museo nel 1985 e nel 1993 ricevette lo statuto del Museo-parco nazionale.

Avansala, Sala da pranzo di marmo, Sala del Trono, Sala Bianca e la Pinacoteca, situate al piano nobile al completamento del restauro riacquistarono le decorazioni d’inestimabile valore e ora al Palazzo di Gatchina ritornano le sue collezioni artistiche. Nel museo sono esposte la pittura russa ed europea, collezione della porcellana, e quella orientale.

Al pianterreno e’ sistemata una collezione unica delle armi fredde e da fuoco, fabbricati dagli artigiani dei vari paesi. Alle origini di questa collezione fu la collezione del primo proprietario di Gatchina Grigorij Orlov. Nel palazzo puo’ essere visitata anche l’esposizione sulla storia della costruzione del palazzo e sui suoi proprietari. I visitatori del palazzo possono accedervi tramite il passaggio sotterraneo che porta dal palazzo alla grotta “Eco” nel parco del palazzo.

Nel parco del palazzo vi si trova il famoso padiglione “Casetta di betulla”, che esternamente assomiglia ad una catasta di legna di betulla (fine del XVIII secolo, architetto sconosciuto). All’aspetto esteriore del padiglione contrasta la finissima decorazione degli interni nello stile del primo classicismo, con il soffitto dipinto, specchi e drappeggi. Davanti al padiglione s’innalza il portale “Maschera” (1794). Padiglioni del parco, terrazze e ponticelli, serra, stelo di Cesma, colonna dell’Acquila, labirinto acquario e pulitissimi laghi di sorgente costituiscono le curiosita’ di uno dei migliori parchi nei dintorni di San Pietroburgo, nato contemporaneamente con il palazzo.

All’istituzione del parco del palazzo aderiscono il parco paesaggistico Prioratskij con il palazzo del Priore (1798-1799, arc. N. А. Lvov). Il nome del palazzo e’ connesso alla costituzione in Russia del “Grande Priorato”, Ordine dei Cavalieri di Malta, tutelato da Paolo I.

Orario di lavoro del museo: 10.00—18.00, la cassa si chiude un’ora prima
Il museo e’ chiuso: lunedi’, il primo martedi’ del mese
Telefono: 8-271-134-92
Indirizzo: 188350, Regione di Leningrado, Gatchina, Ekaterinverdskij pr., 1
Mezzi di trasporto: treno suburbano dalla stazione ferroviaria Baltijskij fino alla stazione Gatchina; Taxi di linea dalla stazione di metropolitana “Moskovskaja”.

Argomenti nella stessa categoria