📁
San Pietroburgo Portale su San Pietroburgo, con informazioni sui musei, appartamenti, guida per affari o turismoSan Pietroburgo
Da visitare > Musei

Museo - Parco Nazionale Pavlovsk

Museo - Parco Nazionale Pavlovsk

Il museo-parco nazionale “Pavlovsk” e’ un museo storico-artistico ed eccezionale rappresentativa dell’architettura classica e del giardinaggio dei secoli XVIII - XIX.

Edificato sulle terre donate da Caterina II a suo figlio, il futuro imperatore Paolo I, venne incominciato nel 1777 sul progetto dell’architetto C. Cameron il quale curo’ la costruzione del palazzo con il cortile di gala limitato da due gallerie a semicerchio (1782—1786). Contemporaneamente fu sistemato il parco di Paolo. Negli anni a seguire il 1790, dopo la salita di Paolo I al trono, il palazzo fu ricostruito da V. Brenna. Dopo l’incendio del 1803 i lavori di ricostruzione furono diretti da A.N. Voronikhin. All’epoca di Paolo I il palazzo servi da residenza estiva ufficiale dell’imperatore, in seguito il palazzo perse questa sua funzione e venne utilizzato come una delle residenze estive della famiglia imperiale.

Ai tempi del grande principe Constantin Nikolajevitch nel palazzo di Paolo furono aperte alle visite la Pinacoteca e la sala delle opere d’arte antica. Il museo vero e proprio fu stato aperto nelle sale del palazzo soltanto nel 1918. Negli anni della Grande guerra Patria, Pavlovsk venne occupata dall’esercito hitleriano, in quell’ocasione sia al palazzo che ai padiglioni del parco furono arrecati grandissimi danni. Il primo palazzo restaurato dopo la guerra nei sobborghi di San Pietroburgo fu proprio il palazzo di Paolo I. Nel 1970 sono state aperte al pubblico tutte le 45 sale. Nel 1993 il museo ricevette lo statuto di “museo-parco nazionale”.

Le collezioni artistiche del palazzo di Pavlovsk si formarono gia’ dai tempi di Paolo I e di sua moglie Maria Fedorovna grazie ad una raccolta d’opere dell’arte applicata decorativa occidentale e russa in stile di Ludovico XVI e in stile impero. I proprietari del palazzo acquistarono anche opere pittoriche. Oggi nella collezione del palazzo-museo di Paolo I e’ ampiamente rappresentata pittura, grafica, scultura, arte applicata, libri, stampe dei secoli XVIII - XIX.

Nel palazzo di Paolo I si possono ammirare le sale di gala, tra le quali ci sono due perle del classicismo – la Sala Italiana e la Sala Greca. Nella decorazione degli interni del palazzo presero parte C. Cameron, V. Brenna, A.N. Voronikhin, C. Rossi, G. Quarenghi; pittori P. Gonzago, G.B.Scotti. Le sale del palazzo decorate da marmi artificiali, stucchi, dorature, rappresentano un monumento d’inestimabile valore per quanto riguarda la decorazione degli interni e la rappresentazione della vita dell’epoca. Nelle ampie sale sono anche esposte opere antiche, una magnifica collezione dei quadri risalenti ai secoli XVII - XVIII, comprese opere di P.P.Rubens, G. Robert, H. Ribera ed altri pittori, una collezione dell’arte applicata tra cui le opere del mobiliere francese A. Jacob e del bronzista P.F. Tomir. Vi si possono ammirare anche la mostra “Interni di abitazione russi del XVIII ecolo” e “In ricerca del tempo perduto” (la vita del palazzo nel XIX secolo). Nelle sale del palazzo si organizzano anche mostre provvisorie storico-artistiche.

Di notevole fama gode anche il parco di Paolo dalla planimetria ben studiata, il quale si estende per la riva del fiume Slavjanka inglobando in un unico insieme il paesaggio naturale. Alla sistemazione del parco parteciparono C. Cameron, V. Brenna e P. Gonzago. Alcune parti del parco – Giardino privato, Grandi cerchi, Silvia Vecchia e Silvia Nuova – sono decorate da sculture e padiglioni: Padiglione delle Tre Grazie (1801, arc. C. Cameron), Voliera, Colonnato d’Apollo e Tempio dell’Amicizia (C. Cameron), Pil –Torre (1796—1797, arc. V. Brenna) ed altri. Nel Padiglione del Bagno freddo (1799, arc. C. Cameron) durante il periodo estivo si tiene una mostra sulla flora e fauna di Pavlovsk. Nel Padiglione Rosa (1807—1812, arc. A.N. Voronikhin, C.I. Rossi) nel periodo estivo e’ aperta una mostra sulla storia della costruzione e del restauro del padiglione, durante l’anno si tengono varie manifestazioni tra cui esposizioni provvisorie e concerti di musica classica.

Orario di lavoro: 10.00-17.00;
Il museo e’ chiuso: il venerdi', il primo lunedi' del mese;
Telefono: 470-21-56;
Indirizzo: 189623, Pavlovsk, ul. Revoluzii, 20;
Trasporti: treno suburbano dalla Stazione ferroviaria Vitebskij oppure dalla stazione “Kupcino” fino alla stazione “Pavlovsk”;
Ingresso nel parco e’ di fronte alla Stazione;
Trasferimnto dalla stazione al palazzo – autobus 370, 383.

Argomenti nella stessa categoria