San Pietroburgo Portale su San Pietroburgo, con informazioni sui musei, appartamenti, guida per affari o turismoSan Pietroburgo
Da visitare > Musei

Museo - Parco Nazionale Zarskoje Selo

I Palazzi e parchi di Zarskoje Selo descritti da A.S. Pushkin, rappresentano un unico insieme architettonico, creato nei secoli ХVIII - ХIХ.

La storia della costruzione di Zarskoje Selo risale al periodo che va tra il 1713 e 1723, quando nei pressi di San Pietroburgo per Caterina I fu costruito il palazzo in pietra e fu piantato il parco. Nel periodo compreso tra il 1744 -1756 il palazzo venne ricostruito dai famosi architetti M.G. Zemtsov, A.V. Kvasov, S.I. Cevakinskij, F.B. Rastrelli. Fino alla rivoluzione del 1917 il palazzo ebbe la funzione di residenza estiva imperiale. Nel 1918 nel palazzo fu aperto il museo della storia e dell’arte. I monumenti di Zarskoje Selo sono stati gravemente danneggiati durante l’occupazione fascista negli anni della Grande guerra Patria. Nel 1957 anno avuto inizio i lavori di restauro che hanno recuperato per intero il patrimonio.

Nella collezione del museo-parco nazionale di Zarskoje Selo vi sono custodite inestimabili pitture, porcellane, mobili, vestiti e tessuti, armi, opere degli artigiani russi, europei ed orientali, oggetti in ambra, avorio e pietre preziose.

Il Grande Palazzo di Caterina fu decorato negli anni 1752-1756 dall’architetto F.B. Rastrelli ed e’ considerato uno dei capolavori nello stile barocco russo. Dopo Rastrelli gli interni del palazzo furono decorati dagli architetti C. Cameron, G. Quarenghi, V.P. Stasov. I visitatori possono ammirare la famosa fuga “d’oro” delle sale di gala, la quale prende inizio dalla Grande Sala. La Pinacoteca, che fa parte dell’infilata delle sale di gala, e’ arricchita da quadri di pittori olandesi, fiamminghi, italiani e francesi. Qui si puo’ anche ammirare la famosa Camera d’ambra, sparita negli anni della guerra e ormai completamente rifatta dai restauratori del palazzo. Nelle sale del palazzo si tiene anche la mostra che illustra la storia della costruzione e del restauro del palazzo e la mostra “Dinastia Romanov a Zarskoje Selo”. Si prevede d’aprire alle visite anche una sezione dedicata alle armi, vestiti, tessuti e pietre preziose.

La parte regolare del parco di Caterina, parzialmente situata a terrazze, rimane adiacente al Palazzo Grande. La parte paesaggistica e quella regolare sono divise da un complesso di costruzioni tipiche per le terme antiche edificate su progetto di C. Cameron negli anni 1780—1795. Per la decorazione della Galleria Cameron, del Padiglione del Bagno freddo e delle Camere d’agata, sono state impiegate pietre preziose. Nella Galleria Cameron e’ sistemata la mostra stabile “AlessandroII e Zarskoje Selo”, mentre nelle Camere d’agata, la mostra “L’uomo e la donna nei tempi remoti”. Padiglioni “Ermitage” e “Grotta” (arc. F.B. Rastrelli), Bagno Superiore e Bagno Inferiore (arc. I.V. Neelov), Ammiragliato (arc. Neelov), Bagno turco (arc. I.A. Monighetti), Colonna di Cesma, eretta al centro del Grande stagno, rappresentano soltanto una parte delle costruzioni che decorano il Parco di Caterina oltre alle sculture, ponticelli e chioschi da giardino.

Accanto al Parco di Caterina nella seconda meta’ del XVIII secolo fu piantato il Parco d’Alessandro, luogo cui si combinano diversi stili dal punto di vista della planimetria e piantagione. Il Palazzo d’Alessandro (1792-1796, arc. G. Quarenghi), costruito per il figlio di Paolo I – Alessandro – e’ uno un monumento simbolo del classicismo, davanti alla facciata principale del palazzo s’innalzano due statue in ghisa (sc.N.S. Pimenov e A.V. Loganovskij), installate nel 1838. La maggior parte del parco ha il carattere paesaggistico, nel quale si combinano molto bene le costruzioni nello stile romantico: insieme del Villaggio Cinese, Rovina, Arsenale di Zarskoje Selo, dove si trovava prima famosa collezione d’armi trasferita successivamente all’Ermitage, Fattoria ed altre.

All’insieme dei palazzi e parchi di Zarskoje Selo appartengono anche i parchi Babolovskij e Otdelnij.

Alla collezione del museo “Zarskoje Selo” fa parte l’esposizione “Carrozze della corte”, sistemata nell’edificio delle Scuderie (1822-1824, arc. V.P. Stasov, S.S. Shustov) all’entrata nel Parco di Caterina, le carrozze esposte prima appartenevano alla collezione del Museo delle scuderie della corte, il quale fu in funzione a San Pietroburgo dal 1860 alla fine degli anni 1920, in seguito vennero custodite all’Ermitage e nel 1969 trasferite al Palazzo di Ceterina di Zarskoje Selo dove oggi si possono ammirare le carrozze russe e quelle occidentali dei secoli ХVIII-Х1Х, la maggior parte delle quali apparteneva ai membri della famiglia imperiale. Qui sono esposte carrozze e faeton fabbricati dal famoso artigiano I.K.Bukendal una slitta 10 posti risalente al 1790 appartenuta a Caterina II, una carrozzina-automobile del 1861, e la carrozza nella quale si trovo’’imperatore Alessandro II nel momento dell’attentato il 1 marzo 1881.

Orario: 10.00 - 17.00
Il museo e’ chiuso: il martedi’, l’ultimo lunedi’ del mese;
Telefono: 465-53-08
Indirizzo: 189620, Pushkin, ul. Sadovaja, 7
Trasporti: treno suburbano dalla Stazione ferroviaria Vitebskij oppure dalla stazione “Kupcino” fino alla stazione “Detskoje Selo”.

Argomenti nella stessa categoria