📁
San Pietroburgo Portale su San Pietroburgo, con informazioni sui musei, appartamenti, guida per affari o turismoSan Pietroburgo
Italiani all'estero

Passaporti

Il passaporto italiano è il documento di viaggio riconosciuto internazionalmente che consente al titolare di agire e muoversi liberamente fuori del territorio nazionale con la garanzia di essere riconosciuto e tutelato come cittadino della Repubblica Italiana e membro della Comunità Europea.

Le norme sui passaporti sono contenute nella Legge n. 1185 del 21/11/67, (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 314 del 18/12/67) e nelle successive modifiche.

Sul territorio della circoscrizione consolare il rilascio e il rinnovo del passaporto competono esclusivamente alla Rappresentanza Consolare, come anche l'eventuale ritiro o il diniego, contro cui è ammesso il ricorso entro 30 giorni al Ministero degli Affari Esteri.

L'esame delle richieste di rilascio e rinnovo del passaporto è operazione particolarmente delicata, ai cui fini l'Autorità competente è tenuta ad effettuare non solo gli adempimenti previsti dalla legge (identificazione del richiedente; accertamento della situazione di cittadinanza, della situazione militare e di stato civile; verifica dell'avvenuta trascrizione in Italia dell'atto di nascita per i nati all'estero; controllo dell'eventuale esistenza di elementi ostativi previsti dalla legge; acquisizione dei necessari assensi o decreti di autorizzazione quando nel procedimento amministrativo sono coinvolti minorenni etc..), ma anche ad approfondire l'istruttoria in merito a qualsiasi elemento che sia ritenuto utile al fine di una corretta definizione dell'istanza.

Lo svolgimento di tale compito deve essere effettuato in tempi certi e quanto più possibile tendenti a favorire i diritti e le necessità del connazionale, ma deve anche prevedere i minimi requisiti temporali necessari ad assicurare una completa ed aggiornata valutazione della situazione .

Si raccomanda pertanto di verificare periodicamente lo stato e la validità del proprio libretto in modo da mantenerlo sempre in condizioni di poter essere utilizzato in qualsiasi istante, senza dover ricorrere all'assistenza consolare all'ultimo momento e in situazioni di premura o emergenza.

 

Domande frequenti (FAQ):

Chi può richiedere il rilascio o il rinnovo del passaporto presso il Consolato Generale d'Italia?

Tutti i cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare.

 

Coloro che NON risiedono nella circoscrizione consolare possono comunque richiedere il rinnovo o il rilascio del passaporto?

Sì, ma in tal caso occorre attendere il NULLA-OSTA dell'Ufficio (Questura o Consolato Italiano) competente per il territorio di residenza.

 

Qual'è la validità del passaporto?

Il passaporto viene rilasciato con una validità di DIECI ANNI, trascorsi i quali occorre rilasciare un nuovo libretto. I passaporti in corso di validità o scaduti da non oltre sei mesi possono essere rinnovati per un periodo complessivamente non superiore a DIECI ANNI dalla data del rilascio.

 

Che cosa si deve fare per ottenere il rinnovo o il rilascio di un nuovo libretto?

Occorre presentarsi all'Uff. Passaporti presso il Consolato con la seguente documentazione:

  • proprio passaporto scaduto (o passaporto del genitore se si è iscritti sul passaporto della madre o del padre);

  • visto di residenza;

  • fotografie frontali (1 per il rinnovo, 2 per il rilascio) formato 2x2;

  • autorizzazione dell'altro genitore in caso di esistenza  di figli minori;

  • posizione militare (per gli uomini tra 17 e 45 anni) regolarizzata.

 

Si può presentare la domanda di rilascio\rinnovo di  passaporto per via postale?

No, la domanda di rilascio\rinnovo di passaporto deve essere presentata personalmente presso l'Uff. Passaporti del Consolato:

Eventuali ECCEZIONALI E GRAVI motivi di impossibilità a presentarsi di persona verranno esaminati caso per caso.

 

Quanto tempo occorre per il rinnovo o il rilascio del passaporto?

Una volta acquisita tutta la documentazione (e pervenuto l'eventuale NULLA-OSTA se prescritto o ritenuto comunque necessario al completamento dell'istruttoria) il passaporto può essere rinnovato a vista, mentre per il rilascio occorre attendere circa 5\10 giorni al termine dei quali il libretto sarà spedito a casa o ritirato personalmente.

 

Si può rinnovare il passaporto prima della scadenza?

Si. I passaporti in corso di validità possono essere rinnovati per un periodo complessivamente non superiore a DIECI ANNI dalla data del rilascio.

 

Che cosa si deve fare in caso di furto o smarrimento del passaporto?

Occorre presentare al Consolato la relativa denuncia di furto o smarrimento effettuata presso la locale competente autorità di Polizia.

   

Che cosa si deve fare se l'altro genitore rifiuta il consenso per il figlio minore?

Occorre presentare una dichiarazione illustrante i motivi del mancato consenso completa dell'ultimo indirizzo dell'altro genitore, al fine di permettere al Consolato di contattarlo direttamente.

 

Il consenso per il coniuge o per il figlio minore può essere espresso solo personalmente?

No, viene accettata anche una dichiarazione di espresso consenso sottoscritta e con firma autenticata da una Autorità italiana o da un "public notary" statunitense.

 

I minorenni possono avere un passaporto?

Con l'assenso di entrambi i genitori (indipendentemente dalla cittadinanza e anche se separati o divorziati) i minorenni possono ottenere un passaporto individuale o, fino all'età di 16 anni, essere iscritti sul passaporto di UNO DEI GENITORI.

 

Quanto costa il rilascio o il rinnovo del passaporto?

In occasione del rilascio o del rinnovo del passaporto occorre pagare la tassa annuale di 30.99  ( 5.35 per il costo del libretto in caso di nuovo rilascio). Tale somma viene percepita in valuta locale al cambio ufficiale con l'Euro stabilito trimestralmente dal Ministero degli Affari Esteri..

 

Una donna può avere sul passaporto il nome da coniugata?

Sì. Su sua espressa richiesta, il nome da coniugata viene annotato sul libretto a condizione che il matrimonio sia avvenuto in Italia o risulti debitamente trascritto, se avvenuto all'estero.

 

I residenti di origine italiana che sono nati  all'estero e non hanno mai posseduto un passaporto italiano possono farne richiesta in qualsiasi momento?

Sì, se la nascita risulta già trascritta nei Registri di Stato Civile di un Comune italiano. Altrimenti occorre prima prendere contatto con l'Ufficio Cittadinanza presso il Consolato e ottenere l'eventuale riconoscimento della cittadinanza italiana.

Argomenti nella stessa categoria