📁
San Pietroburgo Portale su San Pietroburgo, con informazioni sui musei, appartamenti, guida per affari o turismoSan Pietroburgo
Italiani all'estero

Stato civile e divorzi

Stato civile

L'Ufficiale dello Stato Civile riceve tutti gli atti concernenti lo stato Civile, custodisce e conserva i registri e qualunque atto che vi si riferisce.

Per mantenere aggiornata la posizione di Stato Civile, i cittadini sono tenuti ad informare il Consolato di ogni cambiamento che intervenga nel loro status presentando i loro certificati di nascita, matrimonio, morte e sentenze di divorzio.

Anche i cittadini italiani non residenti presso la circoscrizione consolare viene fatto obbligo di comunicare al Consolato i cambiamenti di Stato Civile nel caso essi siano avvenuti in questa circoscrizione (ad es. Matrimonio), mediante la presentazione dei relativi certificati che, per essere validi ai fini della trascrizione, dovranno essere autenticati con il sigillo d'appostilla  (questo sigillo, è una forma di autenticazione riconosciuta internazionalmente e rende validi in Italia i documenti stranieri tradotti in italiano).

Il Consolato provvederà a tradurre a titolo gratuito i certificati di nascita, matrimonio e morte ai fini della trascrizione. Le sentenze di divorzio, invece, dovranno essere presentate già corredate di traduzione da parte dell'interessato.

Importante: Prima di presentare un certificato, si prega di controllare bene i nomi, le date e i luoghi di nascita. In caso di errore, sarà necessario all'Ufficio che ha emesso il Certificato di fare le opportune correzioni prima di autenticare il Certificato.

 

Divorzi

Per trascrivere una sentenza di divorzio in Italia è necessario presentare i seguenti documenti:

  • Copia autenticata della sentenza definitiva, rilasciata dal Tribunale competente, legalizzata con Apostille;
  • Certificato attestante il passaggio in giudicato della sentenza, legalizzato con Apostille;
  • Traduzione giurata in italiano della sentenza, autenticata da un notaio, legalizzata con Apostille;
  • Traduzione giurata in italiano del certificato di passaggio in giudicato autenticata da un notaio, legalizzata con Apostille
  • Passaporto in corso di validità
  • Fotocopia dei summenzionati documenti

Istanza in carta semplice di trascrizione della sentenza e dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante che non esiste procedimento analogo tra le stesse parti, pendente davanti al giudice italiano, che abbia avuto inizio prima del processo straniero (modelli forniti dal Consolato).

Domande frequenti (FAQ):

Che cosa deve fare un cittadino italiano residente all'estero per registrare la  famiglia?

I cittadini italiani sono tenuti a registrare in Italia tutte le variazioni di stato civile (matrimonio, nascite, decessi di familiari nati in Italia). è quindi necessario presentare al Consolato tutti i relativi certificati con Apostille  accompagnandoli da prova della cittadinanza italiana al momento dell'evento.

In caso di certificato di morte, è necessario presentare anche il certificato di nascita e quello di naturalizzazione se il defunto era nel frattempo divenuto cittadino d'altro stato.

 

Sono cittadino italiano residente all'estero e vorrei sposarmi in Italia. Che procedura devo seguire?

Per contrarre matrimonio secondo la legge italiana è necessario procedere alle pubblicazioni per richiedere le quali si consiglia di contattare l'ufficio Stato Civile del Consolato, il Comune di ultima residenza.

 

Vorrei far registrare il mio divorzio in Italia? Che procedura devo seguire?

L'interessato dovrà presentarsi in Consolato per firmare un'istanza di riconoscimento ed una dichiarazione accompagnata dai documenti relativi al divorzio.

 

Argomenti nella stessa categoria